Mutuo aziendale

Cos’è il mutuo per le aziende

di

Tutto quello che c’è da sapere sul finanziamento aziendale tramite mutuo.






1. Cos’è un finanziamento aziendale tramite mutuo.

Il mutuo aziendale è un contratto bancario che prevede il prestito di una certa somma di denaro da parte di una banca (il mutuante) a favore di un’impresa richiedente (il mutuatario), e l’obbligo da parte di quest’ultima di restituire il credito concessole in rate dilazionate nel tempo comprensive di interessi. Il mutuo, se viene concesso dalla banca, deve essere finalizzato, cioè investito in azienda per potenziare e migliorare la propria produttività tramite ad esempio l’acquisto, la ristrutturazione o l’adeguamento degli immobili dove si svolge il lavoro dell’impresa (uffici, negozi, capannoni, ecc.) o degli impianti e dei macchinari che servono a svolgere tale lavoro.

 Gli utenti a cui è destinato il mutuo aziendale sono imprenditori di ogni tipo, lavoratori autonomi, artigiani, agricoltori, lavoratori di enti diversi.

Differenze tra mutui

  • Tempi e modalità di pagamento
  • Tipologia di tasso
  • Motivazione dell’accensione del mutuo
  • Durata dell’eventuale ammortamento

Il mutuo per aziende fa parte dei finanziamenti a medio-lungo termine con scadenze che vanno dai tre anni ai trent’anni consentendo così loro l’acquisizione di beni e servizi, la realizzazione di programmi di investimento anche edilizi e il supporto finanziario diretto a scopi connessi all’attività imprenditoriale.

Titologie in base al tasso di interesse

 

  • il mutuo a tasso fisso che non varia per tutta la durata del prestito,
  • il mutuo a tasso fisso con ammortamento differito offre all’azienda la possibilità di posticipare il pagamento della prima rata,
  • il mutuo a tasso variabile varia in base alle condizioni del mercato cioè agganciato ad un parametro di mercato internazionale (in genere l’Euribor) che lo fa variare ogni tre o sei mesi, a seconda di quanto concordato con la banca,
  • il mutuo a tasso variabile con ammortamento differito offre all’azienda la possibilità di posticipare il pagamento della prima rata,
  • il mutuo a tasso misto offre la possibilità di modificare nel corso del tempo alcune modalità del tasso (ad esempio l’opportunità di passare dal fisso al variabile o viceversa, oppure di applicare un tetto massimo oltre il quale non potrà mai aumentare il livello del tasso variabile).

Motivazione del mutuo aziendale: 4 esempi

  • il mutuo edilizio è concesso per finanziare la costruzione di un immobile,
  • il mutuo per ristrutturazione viene dato per finanziare importanti opere di ristrutturazione immobiliari,
  • il mutuo per liquidità è accordato a tutti coloro che hanno esigenze per ingenti somme di denaro
  • il mutuo agevolato per apertura d’impresa.

Condizioni per l’apertura del mutuo 

Può accedere ad un finanziamento aziendale tramite mutuo qualsiasi tipo di impresa, ditta individuale e lavoratore autonomo titolare presso una banca di un conto corrente attivo e che superi i requisiti d’idoneità stabiliti dalla banca erogatrice.

Il finanziamento aziendale tramite mutuo prevede generalmente:

  • di essere titolari di un conto corrente attivo presso la banca a cui si vuole richiedere il mutuo (o aprirlo contestualmente alla richiesta)
  • di superare la verifica dei requisiti d’idoneità stabiliti dalla banca per poter accedere a tale forma di contratto
  • l’erogazione in un’unica soluzione da parte della banca di una somma di denaro da investire nell’attività dell’azienda
  • l’obbligo da parte dell’azienda di restituire il capitale prestato pagando delle rate periodiche precedentemente stabilite nel piano di ammortamento
  • delle rate formate da una quota capitale (che serve a ridurre l’ammontare del debito in essere) e da una quota interessi (che costituisce il compenso della banca per la messa a disposizione del prestito)
  • che a garanzia del finanziamento la banca chieda un’ipoteca su un bene immobile.

L’accensione di un mutuo prevede:

  • spese di istruttoria essenziali per la valutazione soggettiva ed oggettiva del richiedente
  • assicurazione obbligatoria su incendio e scoppio
  • spese di perizia dove un tecnico perito avrà il dovere di valutare l’immobile.

La concessione di una o più delle concessioni in materia dell’intesa rappresenta un evento di natura straordinaria direttamente connesso alla pesante situazione costituitasi in conseguenza della sfavorevole circostanza in essere.

Sospensione del mutuo

E’ avvenuta il 3 Agosto 2009 la sospensione delle rate dei mutui delle aziende approvata dall’ABI (Associazione bancaria Italiana) e dalle associazioni del ramo che rappresentano le imprese. Sono tre le operazioni bancarie sulle quali opera l’intesa del 3 Agosto del 2009. L’obiettivo finale è:

  • la sospensione per dodici mesi del pagamento della quota parte di capitale delle rate di mutuo;
  • la sospensione per dodici mesi oppure per sei mesi del pagamento della quota parte capitale contenuta nei canoni di leasing immobiliare e nei canoni di leasing mobiliare;
  • l’estensione a 270 giorni delle scadenze dei finanziamenti a breve termine per sopportare le esigenze di cassa delle imprese in rapporto alle operazioni di anticipo dei crediti certi ed esigibili.

Insidie del muto: attenzione a…

  • principali diritti del cliente, è redatto un documento secondo un modello standard e tratta gli aspetti fondamentali da tener presente in ogni fase del rapporto tra l’intermediario e il cliente nella fase precontrattuale al momento della stipula del contratto,
  • foglio informativo racchiude informazioni sulla banca e sul finanziamento, sulle condizioni, sulle principali caratteristiche e sui rischi tipici dell’operazione o del servizio offerto,
  • contratto: il cliente può richiedere una copia del contratto di mutuo senza essere obbligato a concluderlo,
  • documento di sintesi contiene al suo interno le condizioni economiche pubblicizzate nel foglio informativo,
  • foglio comparativo è un documento che racchiude informazioni generali sulle differenti tipologie di mutui, al cui interno ci sono i prodotti della specie offerti dall’intermediario, caratteristiche e rischi tipici dei mutui. Per ciascuno dei mutui il documento deve specificare il tasso d’interesse, la durata minima e massima del mutuo, le modalità di ammortamento, la periodicità delle rate, il TAEG e l’esempio d’importo della rata di ciascun mutuo.

I vantaggi:

  • L’azienda può dedurre fiscalmente il costo degli interessi,
  • “Fare un mutuo” permette di avere a disposizione un’immediata quantità di denaro liquido,
  • Si possono reperire risorse senza l’ingresso di nuovi soci permettendo di mantenere stabili gli assetti proprietari e il controllo dell’impresa.

Gli svantaggi:

  • E’ concesso solo a chi possiede certi requisiti di solidità finanziaria
  • Richiede come contropartita l’ipoteca di uno o più immobili
  • In genere prevede un piano di ammortamento di lunga durata

Le tipologie di mutuo più comuni e funzionali per le aziende

  • Mutuo ipotecario è un finanziamento a medio-lungo termine che consente di coprire le spese per l’acquisto, costruzione e ristrutturazione di immobili, impianti e macchinari propedeutici all’attività d’impresa. Viene erogato a fronte di un’ipoteca che attribuisce al creditore, in caso di insolvenza del debitore, il potere di espropriare il bene sul quale l’ipoteca è stata iscritta e di essere soddisfatto con preferenza sul prezzo ricavato dalla vendita. Il tasso in questo caso può essere fisso o variabile
  • Mutuo stagionale è dedicato a tutte quelle imprese che hanno un’attività lavorativa concentrata in uno o più periodi stagionali. Un esempio sono le aziende turistiche attive nel periodo estivo o invernale, quindi il rimborso delle rate coinciderà con il periodo di svolgimento dell’attività.
  • Mutuo di ricapitalizzazione aziendale è il finanziamento destinato ad appoggiare programmi di investimento in concomitanza a piani aziendali di ricapitalizzazione. E’ strettamente concordato con l’istituto di credito che permette di risanare la passività del conto corrente. Il mutuo a breve termine può trasformarsi in un mutuo a medio e lungo termine.
  • Mutuo edilizio è finalizzato a tutte le attività economiche che vogliono costruire, acquistare, ristrutturare o ampliare un immobile aziendale, necessita della garanzia ipotecaria.
  • Mutuo chirografario è concesso a piccole realtà aziendali. Non è assistito da nessuna garanzia ma solo da un documento siglato con la firma del contraente.
  • Mutuo aziende agricole ha un raggio d’azione ampio, è per tutti coloro disponibili a finanziare attività in molti settori dell’agro-alimentare e possono legarsi a garanzie di natura ipotecaria su beni, immobili, produzioni.
  • Mutuo per il fotovoltaico è direttamente destinato a finanziare la realizzazione di impianti fotovoltaici. Sono mutui collegati agli incentivi gestiti ed erogati dal Gestore dei Servizi Energetici che vincola alla fabbricazione di impianti con una potenza obbligatoriamente superiore ad 1 kw.